Notizie Ultime

Gabriel Cacho Millet: E' morto il primo traduttore di Campana

 
Horacio Armani - foto di Margarita Casal 
 
 
"Per Armani la traduzione era una vera passione. Molti sono semplicemente dei mestieranti. Lui, no. Horacio Armani era uno che  credeva profondamente nella poesia" ha detto intervistata da me Maria Luisa Spaziani, all'indomani della morte a Buenos Aires del poeta Horacio Armani (1925-2013), primo traduttore argentino di Dino Campana "in quella sponda del mondo".
 
La sua Selezione dei Canti Orfici in versione spagnola con litografie di Raúl Veroni resterà come una pietra miliare nella bibliografia  del Poeta di Marradi.
Nella storia della letteratura argentina il nome di Armani sarà ricordato per quella decina di libri di poesia che scrisse durante sua lunga vita, da Esta luz en que habitas (1948) fino a El sueño de la poesia (2008). Per trent'anni lavorò come critico letterario del giornale "La Nación". Nel 1991 il Centro Montale di Roma, presieduto da Maria Luisa Spaziani con una giuria composta tra gli altri da Mario Luzi  e Giorgio Bassani, le conferì il Premio Internazionale Eugenio Montale per la sua opera di traduttore.
 
Maria Luisa Spaziani, grande amica di Montale,  ha ricordato le belle versioni in spagnolo di Armani dell'Antología, Hueso de jibia, Las ocasionesEl vacío que nos invade, la sua seconda Antología montaliana e principalmente, Poetas italianos del Siglo XX, una antologia esemplare dei poeti italiani contemporanei.   
 
Horacio Armani se n'è andato forse con quest'ultimi suoi versi sulle labbra:
 
    "Signore: si è consumata la mia vita e i miei giorni son finiti
     e un tuo segno non arriva.
     Perdere la morte deve essere così".  
 
                                                                                                 
Gabriel Cacho Millet
 
 
 Roma, giugno 2013
 

 

Dino e Sibilla in catalano...

Sibil.la Aleramo Dino Campana

Cartes (1916-1918)

A cura di Bruna Conti

Traduzione di Carme Arenas Noguera

Epilogo di Arnau Pons

 

 

 

Enrico Gurioli: I Canti Marini

DINO CAMPANA: I CANTI MARINI a cura di Enrico Gurioli – Ed. Pendragon

 

 


Potrà sembrare strano, o per lo meno singolare, trovare canti marini  in Dino Campana,  un poeta del Novecento italiano vittima di una leggenda letteraria tesa a mostrarlo errante e vagabondo per l’Europa pervaso da una inquietudine creativa,   ispirato  soprattutto da montagne boschi, infine , perché negarlo , segnato sino alla seconda metà del secolo scorso, da un isolamento culturale sembrato irrevocabile. "Abbiamo avuto notizie sicure  - scriveva tra il sarcasmo e l’ira nell’articolo “Pazzi in rialzo”  pubblicato sulla rivista  L’Ultima nel 1946,  lo scrittore Giovanni Papini emarginato di fatto dal mondo della cultura ed appoggiato dai soli cattolici tradizionalisti, - che si stia ridicolmente e pericolosissimamente esagerando il significato storico e il valore artistico dell’infelice poeta di Marradi”… “Un esame sereno della sua opera dimostra a chiare note che egli fu scarsamente originale – s’era nutrito molto di letteratura francese dell’ultimo Ottocento – e che non può essere presentato, se non da fanatici tendenziosi, come autentico e grande poeta”. 

Leggi tutto: Enrico Gurioli: I Canti Marini

Gabriel Cacho Millet: Il cantore vagabondo

 

Edita a cura di Nicola Crocetti, è l'ultima edizione ad apparire dei Canti Orfici. L'ultima delle tante, ma la sola con una introduzione di Gabriel Cacho Millet, il biografo, l'autore dei libri fondamentali, documentatissimi, sul poeta che Marradi ha regalato al mondo.

Una edizione che, in migliaia di copie, ha invaso le librerie, le edicole, le biblioteche. A portare poesia, a portare una storia. Quella che fu di Dino Campana, poeta vagabondo. Poeta o cantore, che è quasi la stessa cosa... mentre scorre, inutile o no, il rapido esistere degli uomini...

 

Enrico Gurioli: Barche amorrate

Presentazioni del libro di Enrico Gurioli

Barche amorrate.

Dino Campana. La vita, i canti marini e i misteri orfici

editore Pedrangon

programma Ottobre 2012

 

  • 5 ottobre al Teatro Sociale di Piangipane Ravenna - presentazione del libro e pièce teatrale

 

  • 15 ottobre ore 18 alla libreria Ambasciatori - Bologna, intervengono Marco Bazzocchi e Massimo Gagliardi

 

  • 21 ottobre ore 11,30 -  la Feltrinelli Librerie - via Repubblica 2 Parma - Interviene Paolo Briganti

 

 


Sottocategorie

Sei qui: Home Notizie