Notizie Ultime

Silvano Salvadori: Dino Campana tradotto in polacco nel 1925

Si è ritrovata la prima traduzione in polacco di una poesia di Campana: La petite promenade du poète.

Il ritrovamento si deve a Jacek Filek professore di Filosofia del dialogo all’Università di Cracovia e nostro amico. L’edizione stampata appunto a Cracovia nel 1925 porta il titolo “Mowa wloskich poetow” (Le parole dei poeti italiani) di Michal Asanka-Japoll, dedicato al conte Aleksandrowi Skrzynskiemu e che inizia con una poesia “Italia!” dedicata “ai poeti italiani Angelo Frattini e Carlo Saggio con cordiale amicizia e fraternità”. I due italiani sono i fondatori nel 1920 del mensile di letteratura e arte “La Ciurma”, tramite i quali forse arrivò al traduttore la conoscenza della poesia italiana del tempo.Dopo un excursus di poeti di vari periodi (Aleardo Aleardi, Gabbriello Chiabrera, Vincenzo da Filicaia, Ugo Foscolo, Andrea Maffei, Francesco d’Ongaro, Silvio Pellico), iniziano i contemporanei: Paolo Buzzi, Dino Campana, Vincenzo Cardarelli, Corrado Covoni, Amala Guglielminetti, Pietro Jahier, Filippo Tommaso Marinetti, Marino Moretti, Aldo Palazzeschi.

Leggi tutto: Silvano Salvadori: Dino Campana tradotto in polacco nel 1925

Paolo Pianigiani: "Il più lungo giorno" di Dino Campana

Ma qual è il rapporto fra il manoscritto del Il più lungo giorno e i Canti Orfici?

Prima edizione su www.transfinito.eu, 1.10.2002

Quando l’ho visto, seminascosto fra i libri di un venditore ambulante, davanti al Palazzo di Giustizia di Milano, non volevo crederci... Il più lungo giorno... Dino Campana. Subito l’ho sfogliato, ho riconosciuto la scrittura, le parole, e la musica delle parole. Era proprio quella una copia del testo famosissimo, scomparso e riapparso a distanza di sessanta anni. A pagina 40 ecco apparire il testo de La Chimera, forse la poesia più famosa.
Una copia anastatica, naturalmente, la numero 800, una delle 1000 stampate dalla casa editrice fiorentina Vallecchi, del "numero zero" dei Canti Orfici, il mitico manoscritto che Dino Campana aveva consegnato a Papini e a Soffici, per averne un parere e per sperare, forse, in una pubblicazione.

Leggi tutto: Paolo Pianigiani: "Il più lungo giorno" di Dino Campana

Appendice agli Inediti del 1942: i manoscritti

Nella Appendice, alla fine del volume Inediti, edito da Vallecchi nel 1942, Enrico Falqui inserì una serie di riproduzioni di manoscritti originali in suo possesso. Si tratta di:

  •  una lettera (non spedita e ritrovata dai familiari di Dino) con due poesie, scritta da Genova alla rivista La Lettura

  •  quattro pagine del Quaderno,

  •  alcune lettere con testi poetici indirizzate a Mario Novaro, il direttore della Riviera Ligure.

 

Leggi tutto: Appendice agli Inediti del 1942: i manoscritti

Il sito di Dino Campana si rinnova...

 

Il sito campanadino com'era...

 

di Paolo Pianigiani

 

Abbiamo il piacere di comunicare ai nostri "visitatori orfici" che il sito dedicato a Dino Campana ha da oggi una nuova veste. L'immenso archivio che da sempre rappresenta terreno di caccia e di studio per tanti studenti e appassionati avrà una più semplice modalità d'accesso e la necessaria fruibilità, indispensabile a ricerche mirate.

Auguriamo a tutti buona visione.

La redazione

Silvano Salvadori: Il Quaderno, Dino Campana prima dei Canti Orfici

Silvano Salvadori: Il Quaderno, Dino Campana prima dei Canti Orfici

 

 Il QUADERNO, Dino Campana prima dei Canti Orfici

a cura di Silvano Salvadori

Centro Studi Campaniani "Enrico Consolini"  Editore, Marradi, Luglio 2011

prezzo del volume 15 euro

Per richiedere questo volume è possibile contattare il Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. di questo sito.

 

Leggi tutto: Silvano Salvadori: Il Quaderno, Dino Campana prima dei Canti Orfici

Sottocategorie

Sei qui: Home Notizie