Dino Campana - Dino Campana

  • Enrico Falqui: Il Manoscritto

     

     

     

     Enrico Falqui

     

    IL MANOSCRITTO RITROVATO

       

       Ormai ci si era rassegnati a considerare chiusa per sem­pre, e nel peggiore dei modi, la storia del manoscritto ori­ginario deiCanti orfici.Triste e drammatica, se mai ve ne fu di somigliante presso di noi. All'ingrosso è più o meno risaputa da tutti coloro che s'interessano alle fac­cende della poesia; e da tutti è stata, fino ad oggi, com­pianta, tranne in fondo dai due ai quali è giocoforza at­tribuirne la responsabilità. Consegnato dal Campana a Papini e a Soffici affinché lo aiutassero a pubblicarlo, e da Papini a sua volta trasmesso a Soffici, nell'inverno del 1913, quel manoscritto fu perduto e quanto rovinoso sia stato per Campana lo smarrimento è documentato da lettere e testimonianze innumerevoli. Se volle, a sue spese, stampare iCanti orficiin una tipografia di Marradi nel 1914, dovette ricomporli e ricostruirli a memoria. Con quale sforzo e strazio si lascia immaginare.

  • Maura del Serra: il Convegno del 1973

    Maura del Serra: il Convegno del 1973 - Catalogo

    Vero e proprio evento di demarcazione, il Convegno tenutosi alla Certosa di Firenze nel 1973, aprì una nuova epoca per gli studi su Dino Campana.

    Pubblichiamo la prima parte del Catalogo della mostra bio-bibliografica, curato da una giovanissima studiosa, Maura del Serra, e allestita al Gabinetto Vieusseux nel Marzo del 1973

     

     Parte prima

     


     


Sei qui: Home